2011/12: INFORMAZIONI PER CHI AVEVA 12 CFU E TUTTI GLI MP3 DELLE LEZIONI

mercoledì 8 novembre 2006

Recensione: Le seduttrici (A good woman)

Tratto da una commedia di Oscar Wilde (Lady Windermere's Fan) A good woman è un film delizioso per trama, ambientazione, costumi, personaggi e dialoghi. Ogni scena ha almeno una citazione memorabile. Una per tutte.

- Dov'è la festeggiata?
- Si sta preparando.
- Donne e salsicce: se le vuoi gustare veramente non assistere alla loro preparazione...

Ambientato in una Amalfi anni Trenta non eccessivamente cartolinata, trova il suo merito maggiore nell'aver rispettato l'amore di Wilde per l'acume del linguaggio. A parte un'agnitio (che poi neppure si compie) la storia semplicemente non c'è. Non succede nulla apparentemente degno di narrazione. Sospetti e allusioni (i primi a crederci siamo noi spettatori), commenti ironici sul genere umano e sui rapporti uomo/donna.
Se avete sofferto per un tradimento non potrà che farvi del bene (facendovi un po' male).
Scarlett Johansson riesce a fare qualcosa oltre a mettere in evidenza le sue deliziose fossette.
Tom Wilkinson è bravo forse quanto Helen Hunt. Milena Vukotic strepitosa coi suoi cagnolini.
Vivamente consigliato per chi crede che al cinema non si debba necessariamente rischiare un'ernia al cervello e ci si possa anche solo divertire. Solo, poi?

Nessun commento: