2011/12: INFORMAZIONI PER CHI AVEVA 12 CFU E TUTTI GLI MP3 DELLE LEZIONI

martedì 21 aprile 2015

Shariah? No grazie! Anzi, si', parliamone

E' senza dubbio il momento peggiore di sempre per "parlare bene" dell'Islam, e tanto piu' in una citta' come Roma, che e' diventata, per la sua millenaria tradizione di centro religioso, un esplicito target di minacce un po' folli, un po' terrificanti da parte di sedicenti custodi della tradizione islamica piu' ortodossa.
Proprio per questo e' indispensabile dare spazio a chi non si vuole conformare a questa visione oscurantista della fede musulmana, a chi crede che l'Islam non sia in contraddizione ma in piena armonia con i principi di una vita sociale pacifica, giusta e solidale.
Jasser Auda e' uno studioso di filosofia islamica che sta lavorando proprio in questa direzione, addirittura cercando un fondamento nell'Islam al quadro giuridico dei "diritti umani". La traduzione italiana del suo libro Philosophy of Islamic Law verra' presentata giovedi' 23 aprile alle ore 17.30 alla Libreria Orientalia di via Cairoli 63, a Roma, a due passi dalla fermata Vittorio della metro A.
Come potete vedere da questo interessante video (dal minuto 33 inizia la presentazione del dottor Auda) un Islam NON letteralista sta cercando di trovare spazi di ascolto in un sistema della comunicazione globale che tende invece sempre più a restringerli (basta leggere alcuni dei commenti al video, per capire cosa intendo per "restringere gli spazi di ascolto").
La filosofia islamica nella forma praticata da Jasser Auda resta uno sforzo genuinamente razionale, che ricorda, per chi e' cresciuto dentro l'orizzonte culturale cristiano, l'impegno intellettuale della filosofia medievale. L'obiettivo e' produrre una forma di pensiero non antitetica alla ragione, ma a lei consona. Il sapore che se ne ricava e' (per gli ignoranti come me) un misto di stupore e di compiaciuta soddisfazione, nel vedere che la differenza religiosa non costituisce necessariamente un muro invalicabile, ma puo' essere articolata proprio per trovare punti di contatto tra visioni del mondo diverse tra loro. Spero possiate partecipare numerosi, il professor Auda e' una persona affabile e molto disponibile a un confronto serio e sincero.

mercoledì 17 dicembre 2014

IL VERO VOLTO DELL’IMMIGRAZIONE

Giovedì 18 dicembre sarò a Roma nel quartiere di Tor Bellamonaca, nella sede del VI Municipio ("delle torri"), in via Duilio Cambellotti 11, per ascoltare quel che molte persone interessanti e informate avranno da dirci sull'immigrazione a Roma, e per fornire il mio modestissimo contributo alla discussione.
Ecco il dettaglio degli interventi (ma non trascurerei "l'assaggio culinario multietnico" previsto alla fine, se fossi in voi e dovessi decidere come organizzare il mio pomeriggio del 18...)

PS Ma ve l'ho mica detto che Ambra Consolino, Presidente del Consiglio Municipale, si è laureata con me a Tor Vergata?! Se non lo sapevate, sapevatelo...






INTRODUZIONE
Ore 15:15 Ambra Consolino - Presidente del Consiglio

 SALUTI ISTITUZIONALI
Ore 15:30 Marco Scipioni - Presidente del Municipio

INTERVENTI
Ore 15:45 On. Khalid Chaouki - Presidente Comm. Cultura Ass. Parlamentare-Unione per il Mediterraneo
Ore 16:00 Atika Et Tafs - Referente Comunità Marocchina
Ore 16:10 Alexandru Neacşu - Referente Comunità Romena
Ore 16:20 Chinwe Lynda Okany - Referente Comunità Nigeriana 

Ore 16:30 MOMENTO MUSICALE

Ore 16:45 Prof. Piero Vereni - Docente di Antropologia Culturale Università “Tor Vergata”
Ore 17:00 Naseer Ahmad - Comm. Speciale Accoglienza Relazioni Internazionali – Rapporti Istituzionali
Ore 17:10 Maria José De Lima - Referente Comunità Capoverdiana
Ore 17:20 Dott.ssa Gisèle Kabunda - Medico del Policlinico “Tor Vergata“

Ore 17:35 DIBATTITO
Ore 18:20 Assaggio culinario multietnico conclusivo 

giovedì 30 ottobre 2014

Antrocast (lezioni a Tor Vergata)

In vista dell'esonero del 12 novembre, chi vuole può ascoltare o riascoltare le lezioni del Modulo A di Antropologia culturale 2014-15 scaricandole in formato mp3 da questa pagina.
Come indicato a lezione, chi fa l'esonero del 12 avrà un piccolo "sconto" sulla dispensa, valido SOLO per quell'esonero. Da dicembre in poi la dispensa si porta TUTTA.

venerdì 20 giugno 2014

Purezza e pericolo (nevrosi a Tor Vergata)










Nel 1966 l'antropologa britannica Mary Douglas pubblicò un libro che è rimasto nella storia della disciplina e che è diventato uno dei libri di antropologia più noti e citati, Purezza e pericolo. In quel libro si sosteneva, con dovizia di esempi storici ed etnografici, che gli esseri umani hanno necessità di organizzare il mondo in cui vivono secondo criteri di ordine, e che il disordine è sempre percepito come sinonimo di sporcizia e di pericolo, foriero di ambiguità morale e anticipatore di veri collassi culturali. Ancora più interessante, il libro rivela la natura culturalmente condizionata del concetto di sporco, che invece noi tendiamo a considerare un dato di fatto oggettivo, dunque "naturale". Non sono insomma le cose ad essere più o meno sporche, ma il posto dove le troviamo, considerato più o meno adatto. Ad esempio, se vedete della terra sul pavimento di casa dite che il pavimento è sporco, ma se uscite in giardino non dite che il giardino è sporco perché è pieno di terra! Similmente, se entrate in classe e vedete un sacco di cartacce per terra, dite che l'aula è sporca, ma se quelle cartacce le trovate nel cestino non dite che il cestino è sporco.
Insomma, la cultura è una forma di controllo collettivo delle nostre nevrosi...
Se non ci credete, fatevi un giro negli spazi della ex facoltà di Lettere dell'università di Roma Tor Vergata.



giovedì 15 maggio 2014

"Modify Art" al MACRO di Roma

Venerdì 16 maggio, alle ore 16, sarò nella sala Cinema del MACRO, in via Nizza 138, a Roma, per discutere con Martina Ronca e Tiger Orchid di Modify Art. Si tratta di una forma d’arte che prende il corpo umano come sua materia prima, che produce intenzionalmente modificazioni corporali, dai tatuaggi alle scarificazioni, dai piercing al branding. Sono pratiche sempre più diffuse (magari anche solo nella versione più addomesticata del “delfino tatuato sulla spalla”, o del piercing sul sopracciglio) che rivelano un intenso bisogno di autonomia del soggetto e una profonda ricerca di individualità condivisa da una comunità.
Martina Ronca si occupa di questi temi da tempo, e sull’argomento ha scritto una bella tesi di laurea, mentre Tiger Orchid è una fachira e performer di body art estrema. L’evento, che intende essere un appassionato confronto intellettuale su un tema che suscita interesse ma anche repulsione o curiosità morbosa, vuole offrire a tutti la possibilità di ragionare assieme per comprendere meglio alcuni meccanismi impliciti della vita sociale della tarda modernità che attraversiamo, e fa parte del progetto ExtraMuseo nato in collaborazione tra MACRO e Tor Vergata e pensato e concepito dalla professoressa Rossana Buono.
Vi aspetto numerose e numerosi!

domenica 23 marzo 2014

Commemorazione dell'eccidio delle Fosse Ardeatine a Tor Vergata con Sandro Portelli, Ascanio Celestini e Anna Foa

E' con grande piacere che vi invito a questo evento per domani mattina. Se siete a Roma Tor Vergata, non mancate! Sandro Portelli è uno degli intellettuali più importanti di Roma, Anna Foa un'eccezionale storica della Shoa e Ascanio Celestini è forse l'artista oggi più rappresentativo della gestione "dal basso" della memoria collettiva. Avere l'occasione di sentirli assieme è un assoluto privilegio, tanto più per ricordare un evento così tragico e così "fondativo" dell'identità di Roma. Grazie a tutti i colleghi di Tor Vergata che hanno reso possibile l'iniziativa.

lunedì 16 dicembre 2013

ESITO esonero di Antropologia culturale/economica del 12 novembre 2013

Eccolo, finalmente. Mi scuso per il ritardo e confermo che un nuovo esonero si terrà il prossimo venerdì 20 dicembre dalle 10 alle 13 in aula T29 della macroarea di Lettere.